Marinai non pagati per tre mesi su navi per l’esportazione di bestiame vivo al largo dell’Indonesia

L’equipaggio di Barkly Pearl – bandito dai porti australiani dopo un’allarmante violazione della sicurezza – e la Diamantina non pagate tra le controversie tra armatori e manager

Trentacinque marinai sono stati lasciati non pagati per tre mesi mentre erano a bordo di navi per l’esportazione di bestiame con scarsi record di sicurezza nel mezzo di una disputa tra i gestori e i proprietari delle navi, uno dei quali è l’uomo d’affari australiano Nick Thorne, può rivelare Guardian Australia.

La divisione dei marittimi dell’International Transport Workers Federation (ITF) ha affermato che il mancato pagamento degli equipaggi della Barkly Pearl e della Diamantina potrebbe considerarli abbandonati ai sensi del diritto internazionale.

Entrambe le navi sono possedute al 70% dalla società di Singapore Beng Kuang Marine (BKM) come parte di una joint venture denominata Cattle Line. Thorne possiede il restante 30% attraverso la sua attività di esportazione di bestiame con sede nel Territorio del Nord, NTXLS.

La Diamantina da 7.700 tonnellate e la Barkly Pearl da 5.400 tonnellate normalmente trasportano bestiame dall’Australia al sud-est asiatico, ma sono rimaste inattive nelle acque indonesiane negli ultimi tre mesi a causa di una disputa tra i proprietari e il loro manager, Global Radiance Ship Management.Annuncio

I registri delle navi mostrano che sotto la proprietà di Cattle Line le autorità marittime hanno ripetutamente riscontrato che entrambe le navi violavano le regole di sicurezza, con 177 difetti registrati contro la Barkly Pearl e 68 contro la Diamantina.

A gennaio, l’Autorità australiana per la sicurezza marittima ha bandito la Barkly Pearl dai porti australiani per due anni dopo essere stata vista in acqua con un buco nello scafo.

Il direttore generale delle operazioni di AMSA, Allan Schwartz, ha rilasciato una dichiarazione all’epoca affermando che il cattivo stato della nave “metteva a rischio la vita dei marittimi a bordo e rappresentava una minaccia immediata per l’ambiente marino australiano”.

BKM è stata anche sotto pressione finanziaria. Un rapporto che la società ha presentato alla borsa di Singapore mostra che la sua divisione di spedizione, che include Cattle Line, ha registrato una perdita di 17,1 milioni di dollari l’anno scorso, contribuendo a portare l’azienda nel suo insieme a una perdita di 15,4 milioni di dollari.

John Wood, consigliere per la campagna con l’ITF, ha affermato che la Barkly Pearl si trovava ora in un cantiere navale di proprietà di BKM sull’isola indonesiana di Batam, vicino a Singapore, mentre la Diamantina si trovava al largo di Giacarta dopo essere stata arrestata dalla marina indonesiana alla fine del Agosto per ancoraggio in acque territoriali senza permesso.

Ha detto che dopo l’intervento dell’ITF, la maggior parte dei membri dell’equipaggio pachistano, filippino e indonesiano a bordo delle due navi sono stati pagati la scorsa settimana, ma a partire da mercoledì mattina otto non avevano ancora ricevuto quanto dovuto.

Ha accusato un rappresentante della BKM di aver abusato dei membri dell’equipaggio pakistani dopo che la compagnia ha restituito loro i salari a bordo della Diamantina la scorsa settimana.

“Le ultime parole testimoniate pronunciate dal rappresentante dell’armatore… all’equipaggio pakistano quando si sono congedati dalla Diamantina sono state, citazione: ‘Prendete tutti i vostri stipendi e poi andate a fanculo dalla mia proprietà immediatamente'”, ha detto.

In un’e-mail fornita a Guardian Australia da BKM, il rappresentante, un agente locale, ha ammesso lo sfogo e si è scusato per non essere riuscito a controllare la sua collera.

Nella corrispondenza e-mail con Wood, il chief financial officer di BKM, William Lee, ha affermato che BKM era “impegnata nei nostri obblighi, inclusi gli stipendi dell’equipaggio” e ha accusato l’ex manager delle due navi, la società di Singapore Global Radiance Ship Management, che BKM ha licenziato a ottobre.

Marinai non pagati per tre mesi su navi per l’esportazione di bestiame vivo al largo dell’Indonesia
TORRE D’AMARE IL SITO DEI MARITTIMI…………PER INSERIMENTI LOGHI SOCIETA’ COMUNICATI INVIARE EMAIL [email protected]….TELEFONO UFFICIO DAL LUNEDI AL VENERDI CELLULARE 3770803697…..SIAMO PRESENTI ANCHE COME WHATS APP 3496804446 SEMPRE ATTIVO…….SARETE RICHIAMATI NELLE PROSSIME 24 ORE DAL MESSAGGIO RICEVUTO……HAI DEI DUBBI SULLA DATA DELLA TUA PENSIONE?? QUALCHE NOTIZIA NON TI E’ CHIARA???? VAI SULLA VOCE PENSIONE, UN NOSTRO ESPERTO TI RISPONDE……
        

Le foto e gli articoli presenti su “Torre d’amare” sono stati in parte presi da internet, e quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione, indirizzo email [email protected], che provvederà prontamente alla rimozione. I nostri contatti. Tel Ufficio dalle 09.00 alle 17.00 +393770803697, Redazione [email protected], whats app 3496804446 sempre attivo.