Tar annulla la maxi multa a Moby e Cin: Consiglio di Stato conferma sentenza

Il Consiglio di Stato, con una sentenza pubblicata ieri, ha confermato la decisione di primo grado del Tar del Lazio con la quale era stato imposto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di rideterminare la sanzione di 29,2 milioni di euro che era stata comminata alle compagnie alle compagnie di navigazione Moby Spa e Compagnia italiana di navigazione Spa (Tirrenia), del gruppo Onorato, nel febbraio 2018 a conclusione del procedimento per abuso di posizione dominante nel trasporto merci da e per la Sardegna.

L’Antitrust già lo scorso 17 luglio ha aperto l’iter per rideterminarne l’importo. I giudici amministrativi di secondo grado, in particolare evidenziano che “nel respingere l’appello proposto dall’Autorità, va confermata la conclusione fatta propria dal giudice di primo grado nella parte in cui afferma, nella sentenza qui oggetto di appello, non solo la inapplicabilità dell’aggravamento, in applicazione del criterio dell’entry fee, ma anche la riduzione della percentuale del 9% delle vendite, individuata dall’Autorità per la definizione dell’importo base della sanzione inflitta, stante la richiamata necessità di ridurre l’arco temporale individuato per il permanere della condotta abusiva, dovendosi quest’ultimo limitarsi al periodo che va dal 28 settembre 2015 al gennaio 2017”. “La sentenza del Consiglio di Stato conferma dunque le osservazioni del Tar che aveva evidenziato una totale superficialità dell’inchiesta condotta dall’Agcm – si legge in una nota del gruppo – del tutto incomprensibilmente allineata alle tesi dell’esposto, senza aver eseguito le opportune verifiche del caso, annullando la sanzione”.

About torremare 458 Articles
Dare informazioni al mondo marittimo, una informazione che arriva dai maggiori siti web