Protesta pacifica dei marittimi nel porto di Napoli per la difesa del posto di lavoro

In modo pacifico, ma preoccupati del loro futuro, stamattina nel porto di Napoli circa 50 marittimi della società Tirrenia Cin si sono presentati presso le sedi della UilTrasporti e della Fit Cisl.  Chiedono informazioni su quello che potrebbe succedere dopo la data del 28 febbraio con la fine della convenzione da parte dello Stato con la Tirrenia. Una preoccupazione che nasce anche dai vari bandi che sono stati emessi per la concessione delle linee da parte dello stato e quindi si prospetterebbe quello che si è sempre temuto il classico spezzatino, che in ogni caso porterebbe alla perdita di posti di lavoro…...clicca qui