Neptune Declaration con la quale tutto lo shipping mondiale chiede urgentemente di porre fine alla crisi del cambio equipaggio.

A nome dell’industria marittima europea, l’ECSA sostiene pienamente la Neptune Declataration che rappresenta il nuovo impegno dello shipping globale di sollecitare i responsabili politici a porre fine alla crescente crisi del cambio di equipaggio. 

Oltre 300 tra aziende e organizzazioni leader dell’industria marittima mondiale hanno firmato la Neptune Declaration sul benessere dei marittimi con la quale si intende richiamare l’attenzione sulle questioni umanitarie e le difficoltà che i marittimi devono affrontare a causa delle restrizioni implementate per controllare la pandemia da Covid-19, richiamando l’esigenza di una responsabilità condivisa per risolvere la crisi globale del cambio dell’equipaggio che ha lasciato centinaia di migliaia di marittimi bloccati a mare.

Martin Dorsman, Segretario generale dell’ECSA ha dichiarato: “L’ECSA sostiene le nostre aziende che hanno firmato la Neptune Declation e la comunità marittima europea si impegna a garantire i diritti e il benessere dei marittimi, lavoratori che hanno garantito il funzionamento continuo della catena di approvvigionamento globale”.

L’impegno richiede specificamente che vengano intraprese le seguenti azioni concrete:

  • Riconoscere i marittimi come lavoratori chiave e dare loro accesso prioritario ai vaccini Covid-19
  • Stabilire e implementare protocolli sanitari gold standard basati sulle migliori pratiche esistenti
  • Aumentare la collaborazione tra operatori navali e noleggiatori per facilitare i cambi di equipaggio
  • Garantire la connettività aerea tra i principali hub marittimi per i marittimi

“I governi devono ora essere tenuti a renderne conto. La chiave per porre fine a questa crisi umanitaria è la stretta collaborazione tra le autorità, l’intera industria marittima e le nostre parti sociali “, ha continuato Dorsman. “Dobbiamo tutti renderci conto che non vi sono opzioni, perché ciò peggiorerebbe ulteriormente l’impatto della pandemia COVID-19 e renderebbe ancora più difficile per il mondo riprendersi dalle conseguenze”.

Il 21 gennaio, l’ECSA ha indirizzato una lettera aperta a tutti gli Stati membri dell’UE, e in copia alle istituzioni dell’UE, chiedendo loro di mostrare leadership e solidarietà internazionale nell’affrontare questa fase della lotta globale contro la pandemia. Nella lettera, l’ECSA ha sottolineato l’estrema necessità di inserire i marittimi nell’elenco delle priorità degli Stati membri per la vaccinazione e di attuare protocolli di cambio dell’equipaggio di alta qualità per sostenere il benessere dei marittimi e prevenire ulteriori interruzioni della catena di approvvigionamento.

qui per il testo completo della Neptune Declaration