Esplosivi della mafia a bordo del Moby Prince, c’è un affiliato disposto a parlare”. Ma la magistratura non ha mai indagato

Il presunto coinvolgimento della malavita organizzata nel disastro navale di Livorno in cui morirono 140 persone fu al centro di un colloquio registrato e trascritto dai pm. Ma mai approfondito. Ora il suo contenuto riemerge da un fascicolo rimasto “fantasma” negli ultimi trent’anni. Ecco cosa sappiamo dell’esplosione che avvenne nel locale eliche di prua del traghetto

La mafia aveva degli esplosivi stoccati a bordo del Moby Prince“. Trent’anni dopo la strage del 10 aprile 1991, in cui morirono 140 persone, c’è ancora, nasconde ancora aspetti inediti, per non dire indicibili. L’ultimo esce fuori da un fascicolo rimasto “fantasma” attraverso i decenni: è riemerso dall’archivio di una delle associazioni dei familiari delle vittime………clicca qui per leggere l’articolo completo