AssiTerminal. Il Presidente Luca Becci chiede al Commissario Straordinario Arcuri la richiesta di inserimento dei lavoratori dei porti tra le categorie prioritarie per l’accesso alle vaccinazioni contro il COVID-19

Preg.mo dott. Arcuri,
facciamo seguito alla richiesta di pari oggetto inviataLe da Assoporti in data 5 gennaio volta a promuovere nei tempi più rapidi, compatibilmente con la priorità delle categorie già individuate, nonché con la disponibilità delle dosi di vaccino, una campagna di vaccinazione a favore e tutela dei lavoratori dei porti: ci permettiamo di andare oltre, tenuto conto del sistema logistico cui facciamo parte, per evidenziare anche le strette connessioni ad esempio, con i lavoratori marittimi e quelli dell’autotrasporto.
L’intero comparto della logistica – soprattutto quello direttamente correlato alla portualità – ha ininterrottamente svolto, anche in questo anno, la sua funzione di cerniera produttiva e distributiva del e per il Paese e la sua collettività, dimostrando di essere un “Sistema” composito di imprese e lavoratori davvero “resilienti” nonostante il contesto (sanitario e economico).
Il settore tutto ha dapprima collaborato all’elaborazione dei protocolli di sicurezza adottando tutte le misure e i processi funzionali alla tutela della salute dei propri collaboratori e della sicurezza dei processi produttivi che hanno garantito l’approvvigionamento del Paese e delle sue comunità costituendosi di fatto come una tra le categorie dei “servizi essenziali”.
Auspichiamo pertanto che vogliate considerare anche il nostro appello, certi di cogliere nella nostra istanza anche quelle di altri rappresentanti del nostro mondo.