Nel Mar Rosso 15 anni fà affondo un traghetto egiziano dove morirono 1000 persone

Il 3 febbraio 2006 un traghetto egiziano è affondato nel Mar Rosso con circa 1.400 persone a bordo. Ci furono 300 sopravvissuti e recuperati solo venti corpi e questo naufragio rimane uno dei peggiori nella storia marittima egiziana.

Parliamo dell’ Al-Salam Boccaccio 98″, un traghetto egiziano che effettuava il collegamento tra l’Arabia Saudita, al largo del porto di Safaga, nel Mar Rosso, con 1.400 persone a bordo. Una imbarcazione di 35 anni registrata a Panama, trasportava 1.310 passeggeri, per lo più egiziani, oltre a sudanesi e sauditi, oltre a 104 membri dell’equipaggio. Molte vittime avevano compiuto il pellegrinaggio alla Mecca e si erano soffermate in Arabia Saudita.

Secondo la testimonianza dei sopravvissuti , la tragedia è stata provocata da un incendio che ha infuriato per almeno tre ore prima che il traghetto affondasse. Durante il disastro, le condizioni meteorologiche erano per il resto pessime in quella zona del Mar Rosso, con forti venti e pioggia, sebbene la visibilità non fosse compromessa.

Secondo un funzionario della compagnia, la nave era pienamente conforme alle norme di sicurezza internazionali e aveva ricevuto un certificato di sicurezza nel 2005. Inoltre, il numero di passeggeri era inferiore al numero massimo di persone consentito a bordo (1.487).

Nell’aprile 2006, una commissione d’inchiesta parlamentare egiziana, tuttavia, ha accusato il disastro della compagnia Al-Salam, che avrebbe continuato a utilizzare il traghetto “nonostante gravi colpe”. Anche il Governo Egiziano sarà condannato per la sua gestione della crisi. Nel marzo 2009 la giustizia egiziana condannerà in contumacia a sette anni di carcere il proprietario del traghetto “Al-Salam 98” per “omicidio non premeditato e negligenza”. Da ricordare che in primo grado, nel 2008, fu assolto, facendo arrabbiare le famiglie delle vittime.

Nel dicembre 1991, un altro traghetto egiziano “Salem express” è naufragato nel Mar Rosso, dove assicurava un collegamento tra Jeddah (Arabia Saudita) e Safaga. Quasi 500 persone morirono. L’inchiesta ufficiale fu conclusa con un errore di navigazione del capitano, morto nella tragedia.

About torremare 1544 Articles
Dare informazioni al mondo marittimo, una informazione che arriva dai maggiori siti web